ABBIAMO AGGIORNATO IL PROGETTO DI ZONA

Ciao capi, dopo il lavoro dell'assemblea di zona autunnale e l'ultima riunione di consiglio abbiamo aggiornato il progetto di zona, eccolo dunque pubblicato.

Le parti colorate sono i sentieri che andremo a percorrere nel 2013 / 2014.

Ilaria e Manuel

Aiuto nella lettura della Parola.

Parallelismo tra Parola di Dio e B.P.

 

ESSERE VOLTO DI DIO

“VIENI e SEGUIMI”

Centralità della Parola,

fedeltà al Vangelo.

 

La preghiera (come viverla nella

quotidianità).

La Parola di Dio che ispira la vita. Il nostro modo di essere persone che sono capaci di vivere nella società. 

capi …con la C- cattolici, questo per essere cristiani in modo completo

 

 

Percorso biblico: Il coraggio di essere fratelli

 

Programma 13/14

 

 

Per le branche

 

Per il consiglio

 

Come vivere l’essenzialità.

Protagonisti del nostro tempo quotidiano.

Riscoperta e riappropriazione del metodo

Oggi.

 

Fare e far fare scelte

 

 

ESSERE TESTIMONI CREDIBILI

1 Coerenza e trasparenza nell’agire del capo: percorsi di riflessione

2 Il capo testimone credibile: percorsi di riflessione

3 Meritare fiducia: come contraddistinguerci nelle nostre attività e nei nostri rapporti

 

Essere positivi, vedere il bello che ci sta

attorno.

Essere buon cittadino.

Portare all’esterno le nostre posizioni ed

esperienze.

.Fare e far fare scelte

rileggere la  legge scout con i ritmi della nostra vita

Trascinatori della società partendo dai più piccoli, dalla scuola, confrontarsi e portare loro una nostra “attività”

Condividere come le varie co.ca. gestiscono il progetto del capo, cercare vari strumenti per ottenere una ricchezza comune, rendere il pdc vivo e non una cosa da usare a spot.

 

 

 

Coltivare le relazioni con protezione civile

e diocesi e associazioni.

Riscoperta del senso del “bene comune”

 

APRIRSI ALL’ESTERNO

Relazioni con le

associazioni del territorio

Ragazzi e bambini come cittadini attivi: pensiamo attività che ci aiutino in questo percorso.

 

Come essere trascinatori della società.

Essere visibili.

Cercare una chiave positiva nella società – rileggere l’attualità ricercando spunti positivi, invece di quelli negativi proposti dai media

Comunicare all’esterno le cose che facciamo e non solo quelle che riteniamo importanti: raccontare che facciamo educazione, che lavoriamo coi ragazzi, le cose “importanti”.

 

 

 

 

Correzione fraterna.

Relazione con i genitori.

Comunità come luogo di condivisione e in

cui vivo il mio servizio con felicità.

 

RELAZIONI COSTRUTTIVE

TRA ADULTI

Capi, genitori, altre

agenzie educative e

associazioni

1 Creare percorsi per affiancarsi ai genitori per essere corresponsabili dell'educazione del bambino

 2 presentare i progetti educativi e di unità

3 sperimentare attività anche con i genitori

4 creare reti con i genitori

5 Sviluppare percorsi di protezione cura dei bambini condivisi con i genitori

Attenzione ai tirocinanti.

Modalità di gestione del progetto del

capo.

Correzione fraterna.

Modalità di gestione delle attività in base

agli obiettivi.

Gestione del tempo e dello stress.

un ritmo umano e vivibile

Un’esperienza, una seduta di yoga qualcosa di leggero. Raccontarsi come i capi gruppo gestiscono i ragazzi nuovi, i capi, e come gestiscono le difficoltà di relazione all’interno della co.ca: strumenti sia di carattere aziendale che specifico (chiesa…).